Home » Comunicati stampa » Trasporti: da opposizione solo aria fritta

Trasporti: da opposizione solo aria fritta

Trasporti – Carossa (LNP): “Dall’opposizione solo aria fritta e nessuna proposta concreta. La situazione è seria noi interverremo per tutelare i posti di lavoro”

“Mai essere troppo ottimisti sui suggerimenti che avrebbero potuto venire dall’opposizione. Come al solito, infatti, dall’opposizione abbiamo avuto solo aria fritta”.
Lo ha dichiarato oggi il Presidente del Gruppo regionale della Lega Nord Mario Carossa nel Consiglio dedicato al trasporto pubblico locale ribattendo alle polemiche sollevate sulla situazione economica piemontese.

“Ricordo all’opposizione, che tanto pontifica – ha proseguito Carossa -, che fino a oggi abbiamo già affrontato 21 consigli regionali straordinari, richiesti tutti dalla stessa opposizione, nei quali almeno in nove occasioni sono state domandate maggiori risorse o aumenti di fondi su questo o quel capitolo. Ossia solo aria fritta gettata in pasto ai giornali e speranza di vana ribalta mediatica, ma nulla di concreto. Per stare dietro a queste richieste, infatti, il Presidente Cota dovrebbe fare un nuovo assessorato per stampare almeno un miliardo di euro di soldi nuovi, freschi, da mettere in circolazione!”.

“Al di là della polemica la situazione è serissima – ha aggiunto Carossa -. Perché c’è una questione indebitamento che non abbiamo creato noi. Perché ci sono stati svariati governi di tutti i colori politici che hanno sempre tagliato sugli enti locali. E così oggi la coperta non solo è corta ma tra un po’ non ci sarà più del tutto. E noi oggi dobbiamo sentire parte dell’opposizione che ci dice che i Fas non si dovrebbero usare?
In momenti di crisi come questo, il mantenimento dell’occupazione è sviluppo. Perché i posti di lavoro persi oggi non verranno recuperati facilmente o a breve, lo sappiamo. Per cui noi ci batteremo con ogni forza, impiegando ogni euro che abbiamo a disposizione per tutelare i posti di lavoro e ciò che riteniamo fondamentale: la sanità, i trasporti e l’assistenza.
Il resto è aria fritta. E se la sinistra è davvero convinta che sul trasporto pubblico si debba tagliare qualche ramo secco, qualche linea sottoutilizzata, ci dica cosa dobbiamo tagliare, quali linee secche vanno chiuse, ci dicano i nomi e le località dove vogliono sfoltire e andremo insieme a spiegare alla gente la scomparsa del collegamento. La verità è che il senso di responsabilità con cui la sinistra lancia queste proposte irrealizzabili è la stessa dimostrata dalla Bresso alla guida della Regione che ci ha portato a questo disastro”.