Home » Comunicati stampa » “Chi non comprende che un direttore unico per Gam e Rivoli è la scelta migliore ha smarrito il senso della realtà”

“Chi non comprende che un direttore unico per Gam e Rivoli è la scelta migliore ha smarrito il senso della realtà”

Marinello (LNP): “Chi non comprende che un direttore unico per Gam e Rivoli è la scelta migliore ha smarrito il senso della realtà”

“La posizione dell’assessore alla cultura del Comune di Torino sul direttore unico di Gam e Museo di Rivoli dimostra come, purtroppo, ancora oggi, nel modo della cultura esistano due approcci ben distinti. Il primo è quello di coloro che hanno capito che il rapporto tra il settore pubblico e il sistema culturale piemontese deve cambiare in modo radicale, con una riorganizzazione che porterà grandi benefici. Il secondo invece è quello di coloro che continuano a dire di voler cambiare tutto, ma solo per non cambiare nulla”.
Lo ha dichiarato il Vice presidente del Gruppo regionale della Lega Nord Michele Marinello , presidente della Commissione cultura della Regione, rispetto alla polemiche sollevate dall’assessore alla cultura di Torino, Braccialarghe, sulla nomina di una direttore unico per i due grandi musei d’arte moderna del torinese.

“Proprio perché noi amministratori della Regione abbiamo ben chiaro che il mondo è cambiato e che gli schemi usati fino ad oggi con l’universo della cultura non possono più funzionare, riteniamo che su ogni questione sia necessario un cambio di visione e di metodo – ha aggiunto Marinello -. La posizione dell’assessore alla cultura Coppola rispecchia in modo impeccabile questa esigenza.
Chi non comprende che in strutture di grandissimo livello quali sono Gam e Rivoli un lavoro sinergico a direzione unica potrebbe essere un’opportunità per arrivare a toccare nuove vette di eccellenza, e ne fa solo un discorso di poltrone, è fuori dalla realtà e rappresenta una mentalità che ha smarrito il vero senso delle priorità”.