Home » Operazione trasparenza » Cosa abbiamo già fatto

Cosa abbiamo già fatto

RIDUZIONE IN CORSO

L’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale, stimolato anche dalle iniziative del Gruppo Lega Nord, a partire dall’insediamento della IX Legislatura ha iniziato una decisa opera di taglio e razionalizzazione dei costi della politica.

Di seguito l’elenco dei provvedimenti già adottati e dei provvedimenti in corso di analisi.

ORDINI DEL GIORNO APPROVATI

Il processo per la riduzione dei costi di funzionamento della politica è approdato in aula con diversi ordini del giorno, da cui sono scaturiti dibattiti e indicazioni per l’Ufficio di Presidenza. In particolare, come Gruppo Lega Nord, due sono i più indicativi della volontà di ridimensionare i budget dei Gruppi

Gruppi consiliari e partiti politici

http://www.consiglioregionale.piemonte.it/mzodgint/jsp/AttoSelezionato.jsp?ATTO=90494

Riduzione dei costi della politica

http://www.consiglioregionale.piemonte.it/mzodgint/jsp/AttoSelezionato.jsp?ATTO=90185

RIDUZIONI DI SPESA GIA’ EFFETTUATE ED AZIONI INTRAPRESE:

A decorrere dall’anno 2011 si è verificata una consistente riduzione degli impegni di spesa a consuntivo del Consiglio regionale (2010 = 81.993.125, 2011 = 76.066.640, 2012 = 68.423.183).

I risparmi strutturali sono rappresentati ed impostati in particolare dai seguenti interventi:

• Riduzione del 10% dell’indennità di carica a decorrere da gennaio 2011 (legge regionale 31 dicembre 2010, n. 27), per un risparmio complessivo sulla legislatura pari a € 4.655.393;

• Dimezzamento dell’indennità di fine mandato (articolo 2 legge regionale 1 giugno 2010, n. 14) che determina un risparmio complessivo sulla legislatura pari a € 3.886.242;

• Più controllo sul rimborso spese. L’art. 2 della legge regionale 31 dicembre 2010, n. 27, ha limitato l’erogazione del gettone e del rimborso chilometrico ad un solo percorso giornaliero casa/sede della riunione, anche per i componenti dell’Ufficio di Presidenza e per gli Assessori. La stessa legge ha stabilito che, nelle giornate nelle quali è convocato il Consiglio regionale o la Commissione permanente principale, i consiglieri percepiscano indennità di presenza e rimborso chilometrico solo in relazione alla partecipazione a tali sedute; è inoltre stabilito che l’Ufficio di Presidenza, con propria deliberazione, possa decidere le modalità per la riduzione o la non erogazione dell’indennità di presenza in relazione alle assenze e le modalità per la rilevazione e per l’accertamento delle presenze.

Con Decreto dell’Ufficio di Presidenza n. 40 del 4 aprile 2011 sono state stabilite le modalità di attuazione della norma sopra citata e sono state disciplinate la rilevazione delle firme per il Consiglio regionale e per la Commissione permanente principale, tramite tablet con penna elettronica che registra automaticamente l’ora dell’apposizione (2 firme per ciascuna convocazione) e le precentuali di riduzione dell’indennità di presenza in caso di mancata apposizione delle firme richieste. Si stima un risparmio per la legislatura pari ad € 1.300.000;

• L’articolo 35 della legge regionale 10/2011 ha disposto la riduzione del numero dei componenti del CORECOM e delle loro indennità, determinando un risparmio complessivo per legislatura di € 1.464.534;

• Nel bilancio per l’esercizio 2012 non è più stato previsto il finanziamento per il componente della Corte dei conti di nomina consiliare, con un risparmio annuo di € 190.000; Risparmio per Legislatura € 950.000

• Riduzione della spesa per gli organismi consultivi pari ad € 585.000 per la legislatura

• Non sono stati sostituiti due autisti, uno assegnato al Presidente ed uno assegnato al Vice Presidente, con un risparmio di € 750.000 per la legislatura;

• Sono state dismesse una Fiat 500 il 31/12/2010 assegnata alla Presidenza, un’Alfa Romeo 159 il 31/07/2010; è stata sostituita un’Alfa Romeo 159 (Vicepresidente) con una riduzione del costo leasing, per un risparmio complessivo di € 128.152 per la legislatura.

• Riduzione direttori e dirigenti, risparmio di € 1.856.666,67.

• Il Consiglio regionale ha nell’ultimo anno sostenuto, d’intesa con la Giunta, una serie di spese di competenza della Regione Piemonte ed in precedenza sostenute con fondi del Bilancio della Regione che hanno generato un risparmio complessivo di circa 750 mila euro.

• Il Consiglio regionale, con l’assestamento del bilancio 2012, ha deliberato la restituzione alla Giunta regionale di € 6.000.000. (+ 1 mln. rispetto la richiesta della Giunta stessa di 5 milioni per la copertura delle borse di studio).

• Il Presidente del Consiglio regionale, in sede di discussione del Bilancio di previsione 2012, d’intesa con l’Assessore al Bilancio, ha proposto il riallineamento dei trasferimenti al Consiglio previsti nel bilancio della regione al reale fabbisogno finanziario del Consiglio regionale. (Previsione DDL Giunta regionale € 70.170.776,40 – Bilancio di previsione Consiglio approvato € 64.351.052,00) Differenza 5.819.724,40

• La nuova procedura informatica relativa alla Rendicontazione dei Gruppi Consiliari ha sostituito il precedente applicativo Bilancio Gruppi, in uso dal 1998, ormai obsoleto. L’Ufficio di Presidenza, nella seduta del 29 febbraio 2012, ha disposto una rivisitazione tecnologica e funzionale, in modo da rendere la procedura aderente al nuovo manuale delle procedure. Tale procedura è stata rilasciata il 22 luglio 2012 (Delibera dell’UDP).

TOTALE RISPARMI CONSIGLIO REGIONALE GIA’ ATTIVATI CON MODIFICHE LEGISLATIVE E/O DELIBERE DI UDP : Euro 15.555.987,67

(indennità di carica € 4.655.393, indennità di fine mandato € 3.866.242, gravami-firma elettronica € 1.300.000, Corecom € 1.464.534, membro Corte dei Conti € 950.000, riduzioni budget consulte, comitati, ecc. € 585.000, riduzioni autisti/parco auto € 878.152, riduzione pianta organica dirigenziale € 1.856.666,67)

ABOLIZIONE DEI VITALIZI

Altra consistente voce di bilancio e costo è la materia dei cosiddetti “vitalizi”, aboliti nel dicembre del 2011 con la Legge regionale 28 DICEMBRE 2011, n. 25 (Proposta di Legge n. 218 – IX legislatura).

Modifica alle leggi regionali 13 ottobre 1972, n. 10 (Determinazione delle indennità spettanti ai membri del Consiglio e della Giunta regionali), 3 settembre 2001, n. 24 (Disposizioni in materia di trattamento indennitario dei Consiglieri regionali) e 31 dicembre 2010, n. 27 (Rideterminazione dell’indennità dei Consiglieri regionali).

Bollettino: n. 52O1 dell’anno 2011

Stato attuale: VIGENTE

DISEGNI DI LEGGE IN FASE DI ANALISI AL TAVOLO DI CONCERTAZIONE APPOSITO

E’ stato istituito un tavolo di concertazione al fine di raccogliere e coordinare le proposte provenienti da tutti i Gruppi consiliari per effettuare riduzioni di spesa sui Gruppi e sui costi generali della politica: in particolare, il Gruppo Lega Nord ha proposto a prima firma del consigliere Michele Marinello due progetti di legge.

Proposta di Legge n.263 – presentata il 29 MAGGIO 2012 ( IX legislatura )

Riduzione del numero di Consiglieri.

Stato attuale: ASSEGNATO IN COMMISSIONE

Proposta di Legge n.264 – presentata il 29 MAGGIO 2012 ( IX legislatura )

Riduzione dei costi della politica.

Stato attuale: ASSEGNATO IN COMMISSIONE